Knödel

I canederli, o knödel come dicono in Trentino, sono uno dei piatti più tipici della gastronomia tirolese e in particolar modo di Bolzano e Trento.

Una ricetta tradizionale buonissima e perfetta per il periodo invernale, quando soprattutto a cena c’è bisogno di un buon piatto caldo in grado di rinfrancare spirito e corpo. Buonissimi e ricchi di sapore, i canederli trentini sono un piatto della tradizione povera che si prepara principalmente con pane raffermo, brodo caldo e speck, ma anche farina, uova, cipolla e noce moscata.
In tempi passati i contadini preparavano gli knodel utilizzando il pane raffermo, che faceva da legante di altri prodotti offerti dall’allevamento, quindi il formaggio e lo speck, sapori che ritroviamo in molti piatti tipici trentini. Erba cipollina e prezzemolo o altre erbe miste contribuiscono poi a donare ai canederli quel loro sapore caratteristico, che li rende inconfondibili e assai invitanti quando si ha voglia di un pasto genuino e sostanzioso.

INGREDIENTI
Pane raffermo: 200 g.
Brodo di carne: 2 l.
2 uova
Burro: 30 g.
Farina: 40 g.
Pepe: q.b.
Noce moscata: q.b.
1 cipolla
Latte: 150 ml.
Speck: 100 g.
Prezzemolo: q.b.
Erba cipollina: q.b.

PREPARAZIONE KNODEL

Prendete una scodella e mettetevi Knödelil pane raffermo tagliato a cubetti non più grandi di 1 centimetro. Aggiungete le uova sbattute, il latte, un pizzico di sale e uno di pepe e mescolate bene il tutto. Lasciate riposare per circa 2 ore, coprendo la ciotola con uno strofinaccio o un tovagliolo. Durante questo tempo mescolate di quando in quando il pane, così che l’impasto assorba bene il liquido. Trascorse le due ore, tagliate lo speck a piccole listarelle e affettate la cipolla, quindi preparate il soffritto con un po’ di olio d’oliva e di burro. Fate raffreddare il soffritto e incorporatelo all’impasto a base di pane, aggiungendo anche il prezzemolo, l’erba cipollina, la noce moscata e infine la farina.

Mescolate tutto bene e coprite il recipiente per almeno 30 minuti, così che tutti gli ingredienti sprigionino i loro aromi. Trascorsi i 30 minuti, formate con l’impasto delle palline, quelle che poi saranno a tutti gli effetti i canederli. Il loro diametro dovrà essere di circa 8-9 centimetri, non di meno. Bagnate leggermente le mani per evitare che il composto vi si appiccichi alle stesse. Fate rotolare gli knodel nella farina bianca e metteteli da parte. Fateli cuocere nel brodo bollente per almeno 15 minuti a fuoco molto basso. Una volta venuti a galla, gli knodel sono pronti per essere serviti in tavola con il brodo.

No Replies to "Knödel"

    Lascia un commento

    Aggiorna le mie impostazioni privacy