Chiodini in padella trifolati

I chiodini in padella trifolati sono uno di quei contorni che solitamente fanno pensare all’autunno e a corposi secondi piatti, quelli a cui di frequente fanno da accompagnamento.

Questi funghi vanno cotti in padella con olio d’oliva, aglio e prezzemolo e, oltre che come contorno, possono anche essere proposti su dei crostini di pane o di polenta, diventando quindi un ottimo antipasto. Lo stesso procedimento vale anche per altri tipi di funghi come gli champignon e i porcini, ma per quanto ci riguarda i chiodini sono quelli che trifolati rendono maggiormente.
Inutile dire, però a volte va ugualmente sottolineato, come la qualità dei funghi debba essere la più alta possibile e la loro provenienza certa. Lasciate stare la raccolta di funghi fai da te, che oltre ad essere illegale se non accompagnata da apposita licenza, rischia persino di diventare pericolosa, come testimoniano alcuni tragici fatti di cronaca avvenuti di recente.

INGREDIENTIChiodini in padella trifolati
Funghi chiodini: 600 g.
1 spicchio d’aglio
1 mazzetto di prezzemolo
1 rametto di rosmarino
Sale: q.b.
Pepe: q.b.
4 cucchiai di olio extravergine di oliva

PREPARAZIONE CHIODINI IN PADELLA TRIFOLATI

Pulite bene, con molta cura, i chiodini, eliminando eventuali residui terrosi. Sciacquateli sotto l’acqua corrente fredda e asciugateli poi con un panno pulito. In una padella scaldate l’olio d’oliva assieme allo spicchio d’aglio sbucciato e schiacciato: quando questo ha preso un po’ di colore aggiungete i funghi e il rosmarino e fate cuocere per 10 minuti, mescolando ogni tanto e facendo sì che l’acqua di vegetazione si asciughi.

A cottura ultimata aggiustate di sale e pepe e cospargete i funghi con il prezzemolo fresco finemente tritato (ovviamente dopo essere stato ben lavato). Servite i chiodini in padella trifolati accompagnandoli con i secondi piatti che più vi piacciono.

No Replies to "Chiodini in padella trifolati"

    Lascia un commento

    Aggiorna le mie impostazioni privacy