Caponata siciliana

Famosissimo piatto che, partendo dalla Sicilia, ha poi conquistato tutta l’Italia, la caponata siciliana è una pietanza a base di verdure fritte condite con una speciale salsa agrodolce.  Della caponata siciliana esistono numerosissime varianti e versioni, alcune delle quali parecchio controverse e che, soprattutto in TV, hanno fatto scalpore. Personalmente ritengo che ognuno sia libero di proporre una ricetta a modo suo e di modificarla a piacere, l’importante è non “spacciarla” per ricetta originale o tradizionale. Detto questo, tra le varianti più famose occorre ricordare la caponatina, simile per ingredienti ma diversa in quanto a preparazione, dato che non è agrodolce e somiglia piuttosto ad una parmigiana. L’origine del nome della caponata siciliana non è ben chiaro: c’è chi pensa derivi da un termine catalano, chi dallo spagnolo “capon” e chi dal termine marinaro “cappone”. Non è dato saperlo, quel che è certo è che questo contorno del sud Italia è una autentica delizia!

INGREDIENTIcaponata siciliana
Melanzane: 1 kg.
2 grosse cipolle
Gambi di sedano: 600 gr.
Olive in salamoia snocciolate: 200 gr.
3 pugni di capperi dissalati
Pomodori da sugo: 500 gr.
Zucchero: 50 gr.
Pinoli: 50 gr.
1/2 bicchiere di aceto
4-5 foglie di basilico
Olio extravergine di oliva: q.b.caponata siciliana 3
Sale grosso: q.b.

PREPARAZIONE
Per prima cosa dovete lavare e mondare per bene le melanzane, che vanno successivamente tagliate a dadini di un paio di centimetri di lunghezza per lato; disponetele a strati in un colapasta e spolverizzatele con del sale grosso. In questo modo perderanno il loro gusto amaro; lasciatele riposare così per circa 60 minuti. Nel frattempo tagliate i gambi di sedano a listarelle e sbollentateli in un pentolino con dell’acqua bollente leggermente salata, quindi scolateli, asciugateli bene e soffriggeteli in un tegame con olio di oliva a fuoco basso.

In un’altra padella fate soffriggere anche le cipolle affettate e, una volta che queste risultano appassite, aggiungete i pinoli, i capperi dissalati e le olive denocciolate, dopo di che continuate a soffriggere per altri 10 minuti. Ora unite anche i pomodori tagliati a tocchetti o spezzettati grossolanamente, quindi proseguite nella cottura per circa 20 minuti. Nel mentre, scolate e sciacquate bene le melanzane, poi asciugatele con della carta da cucina e friggetele in una padella con abbondante olio di oliva, assieme a tutti gli altri ingredienti precedentemente preparati.

Una volta che le melanzane risultano rosolate a puntino, aggiungete anche i gambi di sedano, il composto a base di pomodori e, a fuoco basso, amalgamate bene il tutto. Cospargete infine con lo zucchero ed unite anche mezzo bicchiere di aceto, lasciando cuocere a fuoco moderato fino a quando il profumo dell’aceto sarà svanito. La caponata siciliana è bella e pronta per essere servita in tavola, ovviamente dopo averla fatta raffreddare. Al momento di servirla in tavola unite anche alcune foglie di basilico spezzettate.

No Replies to "Caponata siciliana"

    Lascia un commento

    Aggiorna le mie impostazioni privacy