I 5 vantaggi della cottura a bassa temperatura

La cottura lenta e a bassa temperatura è uno dei metodi per cuocere gli alimenti più antichi ed utilizzati del mondo.

Che si tratti di una fonte di calore naturale, di un recipiente di coccio o di braci, questa tecnica culinaria è stata riscoperta in tempi recenti. Agli inizi del ventesimo secolo, quando non erano molte le case dotate di fornelli o di un forno, sfruttare il focolare per cuocere zuppe, minestre, il pane e stufati era un’usanza molto comune.
Negli ultimi anni però, dapprima negli Stati Uniti e successivamente in Europa, lo slow-cooking è tornato di gran moda grazie alle crock-pot, pentole in ceramica alimentate a energia elettrica ed utilizzate principalmente per stufati, brodi e zuppe di ogni genere.  A che pro utilizzare lo slow cooking quando esistono forni ventilati, impastatrici, fornelli a induzione e via dicendo? Presto detto, ecco i 5 vantaggi della cottura a bassa temperatura.

5. Non solo zuppe (il metodo dello slow cooking è perfetto per stufati, brodi e piatti sugosi in generale; ma può essere usato anche per preparare pane e dolci).

No Replies to "I 5 vantaggi della cottura a bassa temperatura"

    Lascia un commento

    Aggiorna le mie impostazioni privacy