5 consigli utili per coltivare la menta in casa

La menta è tra le erbe aromatiche più apprezzate ed utilizzate in cucina. Diversi sono i suoi usi, che vanno dalla preparazione di bevande, più o meno alcoliche, ad ingrediente per svariate ricette. La menta inoltre è anche un ottimo rimedio naturale, grazie alle sue proprietà curative che le permettono di svolgere un’azione antisettica e antivirale. Questa erba aromatica infatti contiene vitamine e sali minerali, come la vitamina A, B, C e D e sostanze come il calcio, il potassio, fibre e proteine, importanti  per il nostro organismo. E’ una pianta quindi che dovrebbe essere sempre presente in casa e per questo motivo vi proponiamo 5 consigli per coltivare la menta in vaso, in casa o sul balcone.
Per coltivare la menta in casa potete comprare direttamente la piantina o dei semi. Nel caso decidiate per la seconda opzione ci sono però alcune cose da ricordare per far sì che la pianta cresca sana e possa darvi i “frutti” sperati. Bisogna infatti ricordare che la menta va coltivata in primavera ad una profondità di almeno 2-4 centimetri sotto il livello di terreno, che dovrà essere sempre umido; la sua raccolta può essere effettuata in qualsiasi periodo dell’anno ma ad agosto avrà la maggior quantità di oli essenziali e sarà quindi migliore. Non solo: ci sono altri piccoli suggerimenti da tenere presenti, ecco quindi 5 consigli utili  per coltivare la menta a casa.

5. Va innaffiata in modo regolare evitando i ristagni di acqua; non bagnate le foglie quando la innaffiate, altrimenti l’evaporazione elimina gli oli essenziali.

No Replies to "5 consigli utili per coltivare la menta in casa"

    Lascia un commento

    Aggiorna le mie impostazioni privacy