Spaghetti alla poverella

Gli spaghetti alla poverella sono una ricetta originaria della Campania e più nello specifico della provincia di Napoli.

Questo primo piatto deve le originiSpaghetti alla poverella del suo nome, con ogni probabilità, al periodo immediatamente successivo la Seconda Guerra Mondiale, quando molti piatti realizzati con i pochi ingredienti a disposizione venivano a volte anche impropriamente definiti “poverelli”. Questo piatto tradizionale partenopeo è molto veloce da preparare e al tempo stesso assai gustoso, il che lo rende la soluzione perfetta se cercate un primo non troppo complicato ma che soddisfi il vostro appetito. 
Conosciuti a Napoli e dintorni come spaghetti alla puveriell, gli spaghetti alla poverella sono un piatto invece ricco dal punto di vista nutrizionale. La presenza dell’uovo non li rende esattamente leggerissimi, ma ogni tanto uno strappo alla regola, anzi alla dieta, è concesso. Specie quando un piatto è così buono nella sua totale semplicità. Provatelo e sappiateci dire!

INGREDIENTI
Spaghetti: 400 g.
3 uova
Parmigiano: q.b.
Olio extravergine di oliva: q.b.
Sale: q.b.
Pepe: q.b.

PREPARAZIONE SPAGHETTI ALLA POVERELLA

Mettete a bollire la pentola con l’acqua in cui tufferete la pasta. Mettete a cuocere gli spaghetti e prendete nel frattempo una padella dai bordi non alti ma larga. Versateci 5 cucchiai di olio extravergine di oliva, scaldate e rompete al suo interno le uova, come se doveste cucinarle all’occhio di bue. A questo punto aggiustate di sale.

Quando la pasta risulta cotta, al dente, scolatela e versatela nella padella contenente le uova. Mescolate bene, in maniera energica, e spolverate generosamente con il pepe. Impiattate, condite con il parmigiano grattugiato e servite gli spaghetti alla poverella in tavola.

Spaghetti alla poverella

No Replies to "Spaghetti alla poverella"

    Lascia un commento

    Aggiorna le mie impostazioni privacy