Risotto alle fragole

Primo piatto dal gusto delicato e molto caratteristico, il risotto alle fragole è una ricetta senza dubbio originale e particolare, che di primo impatto potrebbe lasciare interdetti. Tuttavia questo risotto unisce la consistenza del riso al profumo ed al colore delle fragole in maniera sapiente, risultando molto bilanciato nei sapori. Pensando alle fragole verrebbe in mente forse più un dessert che un primo piatto, eppure non è così, specie se pensiamo che la fragola ha un sapore leggermente acidulo; ricchissima di vitamina C, la fragola non va ad intaccare il sapore del risotto, ma lo rende ancor più gradevole ed elegante. Se si vuole ottenere un risultato più corposo basta aggiungere del formaggio come ad esempio la ricotta o il mascarpone, mentre alcuni danno un tocco finale con qualche goccia di glassa all’aceto balsamico.

INGREDIENTIrisotto alle fragole
Riso carnaroli: 400 gr.
Fragole: 150 gr.
Burro: 25 gr.
Brodo vegetale: 500 ml.
1/2 bicchiere di vino bianco secco
Parmigiano grattugiato: q.b.
Sale: q.b.
Pepe: q.b.

PREPARAZIONE
Iniziate tostando il riso ed una volta che questa operazione è completata, aggiungete il brodo vegetale così da proseguire la cottura; se possibile, fate in modo che il brodo vegetale sia molto delicato. A metà cottura aggiungete le fragole, dopo averle lavate, private del picciolo ed infine tagliate a pezzettini; una parte delle fragole andrebbe invece frullata, così che si amalgami meglio al riso e doni al piatto una cremosità maggiore. Se aggiungete le fragole ad inizio cottura, il risultato sarà più o meno identico, dato che si ridurranno da sole in crema senza bisogno di frullarle nel mixer. A cottura ultimata spegnete il fuoco, aggiustate di sale e pepe ed unite una noce di burro, così da mantecare. Servite il risotto alle fragole ben caldo, ricoprendo con del parmigiano grattugiato.

2 Replies to "Risotto alle fragole"

  • comment-avatar
    Erica Di Paolo 24 aprile 2014 (09:17)

    Un risotto di carattere, ma anche delicato. Complimenti!!

    • comment-avatar
      kung-food 24 aprile 2014 (09:38)

      grazie mille! Non da mangiare magari troppo spesso ma mi ha fatto ricredere, ero scettico all’inizio 🙂

Leave a reply

Your email address will not be published.