Latticello (buttermilk)

Molto utilizzato nella cucina angloamericana, il latticello (buttermilk) è un prodotto della trasformazione della panna in burro; la sua principale caratteristica è il sapore acidulo capace di donare ai dolci una lievissima nota di asprezza. Il latticello è utilizzato di frequente anche per ammorbidire la selvaggina e per marinare la carne, con risultati strepitosi come ad esempio il famoso pollo fritto americano. Il latticello, non avendo la parte grassa, ha un apporto calorico davvero molto contenuto, ma c’è da dire che, almeno in Italia, non è affatto semplice reperirlo in commercio. Lo si può trovare nei grandi ipermercati o più facilmente nei negozi etnici, essendo molto diffuso nella cucina anglosassone ed americana. Per chi ancora non lo conosceva, questa può essere l’occasione giusta per sperimentarlo!

INGREDIENTI latticello buttermilk
Panna fresca liquida: 250 ml.

PREPARAZIONE
Per realizzare il buttermilk dovete innanzitutto versare la panna fresca in una ciotola e, con l’aiuto di uno sbattitore elettrico o di una planetaria dotata di frusta, iniziate a montare la panna, proseguendo fino a “smontare” la panna che diventerà quindi solida. Questo significa sostanzialmente che il latte e la parte grassa si saranno separati; per far ciò saranno necessari almeno 18-20 minuti.

Ora mettete la parte grassa in un colino e maglie molto strette e pressatela con una spatola in maniera che tutto il liquido contenuto fuoriesca; compattate quindi la parte grassa, ottenendo in sostanza il burro. La parte liquida rimanente è invece il latticello. Tenete presente che con 250 ml. di panna otterrete più o meno 85 gr. di burro e 120 ml. di latticello.

No Replies to "Latticello (buttermilk)"

    Leave a reply

    Your email address will not be published.