Fonduta con tartufo bianco

La fonduta con tartufo bianco è una ricetta adatta per le fredde sere invernali, quando un piatto ricco e sostanzioso, ma semplice da preparare, è il benvenuto.

Questo piatto si prepara tagliando a piccoli cubetti, a dadini, la fontina, che va poi messa prima a bagno con la panna e poi a bagno maria con un po’ di burro. Il risultato è una fonduta super cremosa, da servire con crostini di pane abbrustolito e deliziose scaglie di tartufo.
Se volete servire un piatto davvero eccezionale, vi consigliamo il tartufo bianco che, seppur costoso, merita ogni centesimo speso (a patto che i vostri ospiti apprezzino il tartufo, dato che non tutti lo gradiscono). In alternativa potete optare per il tartufo nero, meno costoso, o per la crema di tartufo, comunque buona e decisamente più economica e alla portata di tutti.

INGREDIENTIFonduta con tartufo bianco
Fontina: 500 g.
Burro: q.b.
Panna liquida: q.b.
2 tuorli d’uovo
Crostini di pane: q.b.
Tartufo bianco: q.b.
Sale: q.b.

PREPARAZIONE FONDUTA CON TARTUFO BIANCO

Tagliate la fontina a piccoli dadini e mettete il formaggio a bagno con la panna liquida per almeno 4-5 ore. Trascorso questo tempo scolate il liquido rimasto e fate sciogliere la fontina a bagno maria, aggiungendo anche un po’ di burro. Mescolate di continuo con l’aiuto di un cucchiaio di legno, poi aggiungete i tuorli d’uovo.

Andrete così a formare una densa crema, ma fate tuttavia attenzione che il formaggio non giunga al punto di bollore. Versate il formaggio fuso in un piatto, aggiungendo al centro i crostini di pane croccante e qualche sottilissima scaglia di tartufo bianco (o tartufo nero, se preferite o se trovate solo quello).

No Replies to "Fonduta con tartufo bianco"

    Lascia un commento

    Aggiorna le mie impostazioni privacy