Cinghiale al vino rosso

Carne nera molto popolare nel Centro Italia soprattutto nei decenni scorsi, il cinghiale si distingue dalle carni bianche e rosse per la presenza di fibre muscolari particolarmente dure e per contenere pochissimo grasso.

Il cinghiale al vino rosso è una delle ricette più conosciute quando si parla di questa saporita carne, che viene marinata a lungo nel vino rosso assieme a verdure come carota, sedano e cipolla e ad aromi quali alloro, rosmarino e ginepro. Ad alcuni il sapore estremamente selvatico del cinghiale non piace, ed è per questo che una abbondante marinatura con odori, spezie e vino permette al piatto di perdere quel sapore pungente e di assumere connotati più morbidi e gradevoli. Se amate i secondi piatti e le carni brasate, o se semplicemente siete curiosi di preparare qualcosa di diverso dal solito, il cinghiale al vino rosso è la soluzione ideale, soprattutto nei mesi meno caldi dell’anno.

INGREDIENTIcinghiale al vino rosso 2
Polpa di cinghiale: 1 kg.
Vino rosso: 1,5 l.
2 cipolle
2 carote
2 gambi di sedano
Polpa di pomodoro: 150 g.
1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
4 foglie di alloro
1 rametto di rosmarino
1 spicchio d’aglio
4-5 bacche di gineprocinghiale al vino rosso 2
3 chiodi di garofano
Brodo vegetale: q.b.
Olio extravergine di oliva: q.b.
Sale: q.b.
Pepe nero in grani: q.b.

PREPARAZIONE CINGHIALE AL VINO ROSSO

La prima cosa da fare è preparare la marinata per il cinghiale al vino rosso: sbucciate 1 cipolla, pelate e curate 1 carota e sciacquate il gambo di 1 sedano, quindi tagliate le verdure a tocchetti e disponetele in una capiente terrina. Unite nella terrina 2 foglie di alloro, 1 spicchio d’aglio sbucciato, 1 rametto di rosmarino, le bacche di ginepro, il pepe ed i chiodi di garofano. Tagliate ora la polpa di cinghiale a tocchetti non troppo piccoli, che dovete poi mettere nella terrina assieme alle verdure ed agli aromi, quindi bagnate il tutto con 1 litro di vino rosso, fino a coprire del tutto la carne. A questo punto coprite la terrina con della pellicola trasparente e lasciate marinare il tutto per almeno 12 ore.

Passato questo tempo, scolate per bene la carne ed eliminate il liquido di marinatura, quindi sbucciate 1 cipolla, pelate 1 carota e sciacquate il sedano, riducendo di nuovo il tutto a pezzetti tagliati grossolanamente. Prendete una casseruola, fatevi scaldare un filo di olio di oliva e versate le verdure; fatele soffriggere per 5-6 minuti ed unite quindi la carne di cinghiale, che lascerete cuocere per almeno 10 minuti. A questo punto bagnate con il vino rimasto e lasciate che l’alcol evapori, quindi aggiungete la polpa ed il concentrato di pomodoro, 2 foglie di alloro ed 1 pizzico di sale. Se necessario allungate con un po’ di brodo e lasciate cuocere a fiamma bassa e con il coperchio per 2 ore e mezza o anche 3, mescolando di quando in quando. Servite il cinghiale al vino rosso ben caldo accompagnandolo, non serve dirlo, con il sughetto di cottura e con un buon contorno.

VOTA LA RICETTA
[Voti totali: 3 Voto medio: 3.7]

No Replies to "Cinghiale al vino rosso"

    Leave a reply

    Your email address will not be published.