Cianfotta sorrentina

Ricetta campana che ha avuto origine nelle case dei poveri contadini, quando l’orto serviva a sfamare la propria famiglia e si utilizzava ciò che la natura offriva, la cianfotta sorrentina è un piatto dai sapori genuini e molto ricco di gusto.  Conosciuta anche come ciambotta sorrentina, la cianfotta è divenuta al giorno d’oggi una pietanza piuttosto ricercata e molto più considerata dai cuochi (di professione e non). In Campania esistono ovviamente moltissime versioni della cianfotta sorrentina, che per certi versi può essere considerata una variante nostrana della ratatouille francese, anch’essa divenuta un piatto quasi elegante in tempi moderni. Altro piatto che assomiglia alla cianfotta è la caponata, anche se la ricetta campana è caratterizzata dalla presenza delle prugne secche e delle pere. Se ancora non conoscete questo favoloso contorno, vi lasciamo alla sua preparazione.

INGREDIENTICianfotta sorrentina
Pomodori San Marzano: 400 gr.
Carote: 200 gr.
Patate: 300 gr.
Zucca lunga: 200 gr.
zucchine: 400 gr.
1 melanzana
6 pere
6 prugne secche
Zucchette: 300 gr.
1 spicchio di aglio
1 cipollacianfotta sorrentina 3
Peperoncino piccante: q.b.
Basilico: q.b.
4 cucchiai di olio extravergine di oliva

PREPARAZIONE
Iniziate la preparazione della cianfotta sorrentina lavando e mondando con cura tutte le verdure. Affettate sottilmente la cipolla, pelate le patate, le carote ed i pomodori, quindi prendete una padella e fatevi rosolare, assieme a dell’olio, la cipolla, lo spicchio d’aglio ed il peperoncino piccante (la cui quantità sta a voi, a seconda se vi piacciono i cibi molto piccanti o meno). Eliminate lo spicchio d’aglio, unite in padella i pomodorini a pezzetti e fate cuocere il tutto per una decina di minuti, quindi aggiungete anche le carote a fettine e le patate a dadini, dopo di che bagnate le verdure con un bicchiere d’acqua.

Fatto questo, prendete le zucchine, la zucca e le melanzane, privatele della buccia e tagliatele a tocchetti. Aggiungete in padella anche queste verdure e lasciate cuocere per 60 minuti circa. Più o meno a fine cottura unite anche le pere e le prugne denocciolate, entrambe tagliate a dadini. A fiamma moderata, fate cuocere per gli ultimi 10-15 minuti e, prima di servire in tavola, unite anche il basilico fresco. La cianfotta sorrentina è pronta. Ricordatevi di aggiungere il sale solo a fine cottura, così da conservare al massimo la croccantezza delle verdure.

No Replies to "Cianfotta sorrentina"

    Leave a reply

    Your email address will not be published.