Chifeletti

Mezzelune fritte composte da un impasto di patate lesse, burro, farina e uova, i chifeletti sono un piatto tipico del Friuli Venezia Giulia, in particolare una ricetta propria della città di Trieste. I chifeletti vengono generalmente ritenuti un primo piatto ma spesso sono anche serviti come contorno, serviti caldi ed irrorati con abbondante sugo, in accompagnamento a carni arrosto particolarmente ricche di fondi di cottura così da fare la classica scarpetta. Questa ricetta della tradizione triestina (più precisamente domača) deve il suo nome dal termine “kifel” o “kipfel“, che significa appunto cornetto, ed affonda le sue origini alla fine del 1600, nel periodo in cui i turchi assediavano Vienna. I chifeletti possono essere serviti anche dolci, nel qual caso lo zucchero o il miele sostituiscono il sale nell’impasto.

INGREDIENTI chifeletti
Patate: 500 gr.
Farina: 140 gr.
Burro: 40 gr.
1 uovo
1 cucchiaino di zucchero
2 grossi pizzichi di sale
Pepe nero macinato: q.b.
Olio extravergine d’oliva: q.b.

PREPARAZIONE
Per realizzare degli ottimi chifeletti, iniziate prendendo delle patate medie che dovete spazzolare, lavare bene e mettere a lessare in acqua salata con tutta la buccia, per circa 25 minuti. Una volta cotte, sbucciate le patate ancora calde e passatele quindi al setaccio o nello schiacciapatate, lasciandole infine raffreddare. Ora mettetele in una ciotola piuttosto grande e aggiungete farina, burro fuso, uovo, zucchero, sale e pepe ed impastate per bene fino ad ottenere un composto asciutto ed omogeneo. Fatto questo procedete in due diversi modi.

Per prima cosa stendete l’impasto su di una spianatoia con un mattarello e, aiutandovi con un bicchiere o un tagliapasta, ritagliate dei cerchi di circa 4 centimetri di diametro che andrete a ripiegare su se stessi formando delle mezzelune. In secondo luogo con l’antipasto formate un lungo bastoncino, spesso circa come un dito, forse un pochino di più; tagliatelo in pezzi della lunghezza di 10 centimetri circa a cui darete la forma di ferri di cavallo. Prendete una padella dai bordi alti con abbondante olio extravergine d’oliva e mettetela sul fuoco; quando l’olio sarà bollente friggete i chifeletti e, una volta che questi sono dorati, toglieteli dalla padella e lasciateli asciugare su della carta assorbente. Serviteli caldissimi, quasi bollenti!

No Replies to "Chifeletti"

    Leave a reply

    Your email address will not be published.