Carabaccia

La carabaccia è una zuppa di cipolle, un tipico piatto toscano le cui origini risalgono al Rinascimento. Il nome della carabaccia deriva dal termine greco “karabos” che significa “barca a forma di guscio”, che nel periodo attorno al ‘500 indicava la zuppiera nella quale veniva servita.

Molto diffusa in quell’epoca, pare venne portata da Caterina de’ Medici (1519- 1589) fino a Parigi e che la soupe d’oignons francese, in fondo, non sia altro che una discendente della carabaccia fiorentina. La ricetta della carabaccia nel corso del tempo è mutata e ci sono numerose varianti che utilizzano ingredienti diversi e che cercano di avvicinarsi all’originale. Quella che proponiamo è invece una versione semplice ma allo stesso tempo saporita.

INGREDIENTI
3 cipolle rosse
1 spicchio d’aglio
Brodo vegetale: 300 ml.
Burro: 25 g.
Formaggio pecorino e parmigiamo
Pepe nero in grani
Crostini tostati di pane toscano
Olio Extravergine di oliva
Sale

PREPARAZIONE CARABACCIA

Per tuffarvi nel passato e prepararecarabaccia la carabaccia, scaldate l’olio in un tegame e fate sciogliere il burro, poi aggiungete le cipolle rosse tagliate sottili sottili e cuocete a fiamma bassa per circa 10-15 minuti. Aggiungete il brodo vegetale, sale e pepe e cuocete per altri 20 minuti.

Prendete i crostini e strofinateci sopra lo spicchio d’aglio, quindi mettete i crostini tostati in un una ciotola (una per ogni commensale) o in un piatto fondo, versate sopra la zuppa e ricoprite con una spolverata di pecorino o parmigiano. Infornate la carabaccia per circa 5 minuti a 220°C in modo che si sciolga il formaggio e servite questa antica prelibatezza con una spolverata di pepe.

VOTA LA RICETTA
[Voti totali: 1 Voto medio: 5]

No Replies to "Carabaccia"

    Leave a reply

    Your email address will not be published.