Cappon magro

Ricetta tipica ligure, anzi genovese, il cappon magro è un piatto a base di pesce e verdure che veniva solitamente preparato in occasione della Vigilia di Natale.

Ai giorni nostri questa golosa preparazione si trova tutto l’anno, anche nei ristoranti che la propongono indistintamente in inverno, d’estate e nei mesi autunnali. Il nome di questa ricetta può trarre in inganno: il termine cappon indica l’ingrediente principale del piatto, il pesce cappone il cui nome rimanda anche al pollo maschio castrato. Il cappon magro è un piatto povero, o almeno così era considerato in antichità, dato che lo cucinavano le famiglie meno abbienti.
Si tratta comunque di un piatto sano, non troppo calorico, anzi piuttosto leggero ma molto saporito e invitante. L’unica pecca, se proprio vogliamo trovarne una, è che dovete prepararlo con largo anticipo rispetto al momento in cui volete servirlo. Diciamo che 24 ore prima è un tempo più che sufficiente affinché questa preparazione genovese vi riesca al meglio.

INGREDIENTI
1 cavolfiore
2 carote
2 patate
Fagiolini: 150 g.
Pinoli: 30 g.
10 capperi
3 rametti di prezzemolo
2 spicchi d’aglio
2 gallette del marinaio
Pesce cappone: 800 g.
Aceto: q.b.
Mollica di pane: 50 g.
4 filetti di acciughe
4 olive nere
Olio extravergine di oliva: q.b.
Sale: q.b.

PREPARAZIONE CAPPON MAGRO

Come prima cosa lavate e mondate le Cappon magroverdure, quindi cuocetele. Mettete a lessare il cavolfiore, le carote, i fagiolini e le patate in quattro diverse pentole piene d’acqua. Quando le varie verdure risultano tenere scolatele, tagliatele a tocchetti e mettetele da parte, sempre separate. Condite ciascuna verdura con un po’ d’olio, di aceto e un pizzico di sale e lasciate riposate per 30 minuti. Nel mentre, mettete sul fuoco una pentola piena d’acqua e, quando questa bolle, fate cuocere il pesce cappone per 10 minuti. Trascorso questo tempo scolatelo, privatelo delle lische e della pelle. Tritatelo grossolanamente e mettetelo in una terrina, quindi conditelo con olio evo, sale e aceto e lasciate che riposi per mezz’ora.

Prendete un mortaio e mettetevi le acciughe, i pinoli, i capperi, l’aglio, la mollica di pane e due rametti di prezzemolo lavato. Aggiustate di sale, unite mezzo bicchiere di aceto, sei cucchiai di olio d’oliva e schiacciate il tutto a dovere. La consistenza del composto deve essere omogenea. Ungete di olio e aceto una galletta e mettetela sul fondo di uno stampo per plumcake. Versate 2 cucchiai di salsa, spargetela bene sulla galletta, aggiungete delle verdure, poi il pesce e infine nuovamente salsa. Procedete nella stessa maniera con un’altra galletta, fino all’esaurimento degli ingredienti. Disponete un peso sopra il cappon magro e mettete quest’ultimo in frigorifero per almeno 24 ore. Al momento di portarlo in tavola, capovolgetelo e decoratelo con ciuffi di prezzemolo fresco.

1 Reply to "Cappon magro"

  • comment-avatar
    Anonimo 2 settembre 2017 (11:31)

    E’ una prelibatezza straordinaria!

Lascia un commento

Aggiorna le mie impostazioni privacy