Battuto alla romana

Se amate la cucina di Roma e del Lazio, non potete non conoscere il battuto alla romana. Molto più di un soffritto, questo trito misto è un’autentica istituzione nella Capitale.

Preparazione base per minestre e altre ricette tipiche romane, il battuto si realizza tritando finemente lardo, cipolla, una costa di sedano e prezzemolo, ingredienti che vanno poi messi in padella e lasciati soffriggere a fiamma medio-bassa. È anche importante che questi profumati ingredienti, una volta sul fuoco, vengano mescolati spesso.
Il battuto alla romana, se proprio dovesse mancarvi il lardo, può anche essere preparato con il grasso del prosciutto crudo, ma il risultato finale differisce per sapore da quello ottenuto seguendo la ricetta tradizionale. Per quanto riguarda la cipolla, essa deve essere bianca, mentre per quanto concerne il prezzemolo, deve essere fresco e ben lavato. Avete presente quando è verde brillante e rigoglioso? Ecco, dunque bando a quei mazzetti di prezzemolo appassito che oltre che non belli da vedere, sono pure meno saporiti. Ecco i passaggi per questa ricetta tipica romana, insuperabile per gusto, per non parlare del profumo che sprigiona in fase di cottura!

INGREDIENTIBattuto alla romana
Lardo: 100 g.
1 costa di sedano
1 cipolla
1 ciuffo di prezzemolo

PREPARAZIONE BATTUTO ALLA ROMANA

Tritate tutti gli ingredienti necessari per il battuto con un coltello affilato. Fate soffriggere il trito misto in una padella a fiamma bassa, mescolando abbastanza spesso. Il battuto alla romana, che è poi la base della quasi totalità delle minestre che si preparano a Roma e dintorni.

Se desiderate, potete eventualmente sostituire il lardo con il grasso del prosciutto crudo oppure del guanciale, anche se la ricetta originale prevede proprio il lardo.

No Replies to "Battuto alla romana"

    Lascia un commento

    Aggiorna le mie impostazioni privacy