Baccalà mantecato alla vicentina

Ricetta che da decenni rappresenta al meglio la città di Vicenza, almeno a livello gastronomica, il baccalà mantecato alla vicentina è un’autentica squisitezza, un piatto cremoso e saporito dalle origini molto antiche.

Utilizzato da secoli, il baccalà (anche conosciuto come stoccafisso), è il protagonista di molte ricette venete, ma quanti di voi sanno come e quando è arrivato a Vicenza e nel Veneto? Il mercante Piero Querini naufragò nel 1432 sulle coste delle Isole Lofoten, Norvegia, entrando a contatto con le popolazioni e con i prodotti alimentari locali, tra i quali appunto lo stoccafisso. Circa 100 anni più tardi, con il Concilio di Trento ed i precetti ecclesiastici a mangiare di magro, il baccalà alla vicentina diventa un piatto tra i più popolari, almeno nella Serenissima Repubblica di Venezia. Da circa 500 anni dunque, il baccalà mantecato alla vicentina è la ricetta perfetta nei periodi di festa, così popolare che esiste addirittura la Dogale Confraternita del Baccalà.

INGREDIENTIOLYMPUS DIGITAL CAMERA
Baccalà ammollato: 850 g.
Latte: 220 ml.
Olio extravergine di oliva: 250 ml.
2-3 spicchi d’aglio
Prezzemolo tritato: q.b.
Succo di 1 limone

PREPARAZIONE BACCALÀ MANTECATO ALLA VICENTINA

Se volete preparare il baccalà mantecato alla vicentina come da ricetta originale, per prima cosa mettete il pezzo di baccalà in una capiente bacinella di acqua fredda, per almeno 24 ore. Badate bene di cambiare l’acqua di frequente, dopo di che, passate le 24 ore, tagliate grossolanamente il baccalà e mettetelo all’interno di un’ampia pentola. Andate a coprire interamente il baccalà con acqua fredda, accendete il fuoco e portate ad ebollizione, lasciando cuocere per non meno di mezz’ora.

Trascorsi i 30 minuti scolate il baccalà e pulitelo da pelle e lische, quindi fatelo a pezzetti. Mettete questi pezzi di pesce in una ciotola ed unite a filo l’olio di oliva ed il succo di un limone. Mescolate senza sosta, proprio come quando preparate la maionese fatta in casa. Quello che otterrete sarà una cremina deliziosa, soffice e morbida. non vi resta che aggiustare di sale e pepe, aggiungere prezzemolo fresco tritato in abbondanza e gustarvi il baccalà mantecato alla vicentina, spalmandolo su dei crostini o delle fettine di polenta abbrustolita.

VOTA LA RICETTA
[Voti totali: 1 Voto medio: 5]

No Replies to "Baccalà mantecato alla vicentina"

    Leave a reply

    Your email address will not be published.