La Cena dei Portoni alla XVIII Festa della Ceramica di Nove

È stata presentata ufficialmente la XVIII Festa della Ceramica di Nove che dal 5 al 24 settembre torna a celebrare l’arte in un paese ricco di storia e di tradizione. La diciottesima edizione si preannuncia ricca e stimolante, con una serie di eventi che si susseguiranno da sabato 5 settembre per culminare nel week-end del 12 e 13 settembre, quando il centro del paese si animerà con oltre 60 artisti e artigiani in occasione di Portoni Aperti, il momento più caratteristico e popolare. Nell’anno dell’EXPO, anche Nove vuol parlare di cibo con due momenti ad hoc: sabato 5 settembre alle 18.00 inaugura al Mulino Baccin Cecchetto Stringa la mostra “Cibo&Ceramiche” che sarà visitabile nel weekend successivo; sabato 12 settembre alle 12.00 la Sala De Fabris ospiterà “Food and Pottery, buoni non solo per la tavola“, esposizione-concorso organizzata dai mandamenti territoriali di Confartigianato.

Si indagherà invece il “Mestiere dell’Arte”La Cena dei Portoni alla XVIII Festa della Ceramica di Nove nella mostra che aprirà venerdì 11 settembre alle 17.30 presso il Mulino Antonibon Barettoni Bortoli a cura di Antonio Bernardi, con gli artisti Isabella Breda e Pasquale Difonzo; seguita, alle 19.00, dall’inaugurazione dell’esposizione di giovani ma affermati artisti “Tutto tu doni al pian nulla ricevi” nello spazio Terramica di Via Martini. Non mancheranno i suggestivi lavori di Pol Polloniato, Alberto Scodro, Silvia Stefani, Francesco Ardini, Pasquale Difonzo, Giorgia Fincato.

“Mestiere e Arte sono i due termini che segnano la XVIII edizione” – spiega Michele Barbiero, Presidente di Nove Terra di Ceramica – “Nella parete-manifesto sono raccolti e rappresentati i “segni”, i disegni degli alunni/e del Liceo d’Arte De Fabris, disegni di intuizioni, di inventività, di quel mondo dell’immaginazione che prende “consistenza” nella carta bianca o nella tela e poi diventa forma e poi oggetto; oggetti di consumo, decorazioni di piatti, piuttosto che stoffe o opere da posare su un mobile o appendere alle pareti di una casa. “Segni” che provocano la nostra fantasia o rispondono ai nostri bisogni di mangiare, di vestire o di riflettere e contemplare.”

La “Cena dei Portoni” dell’11 settembre, su prenotazione,La Cena dei Portoni alla XVIII Festa della Ceramica di Nove 4 inaugurerà l’immancabile appuntamento con Portoni Aperti, aprendo ufficialmente due giorni in cui sarà possibile visitare alcune attuali manifatture ceramiche e le mostre tematiche, in compagnia di artigiani ed artisti provenienti da tutto il mondo. Un’occasione unica per conoscere le loro opere e cimentarsi in prima persona con il “fare ceramica”, grazie a laboratori dedicati ad adulti e bambini.

E ancora spazio alla beneficienza con “Ciotola Cuore di Nove”: 999 ciotole dipinte da artisti della ceramica serviranno il riso del Presidio Slow food di Grumolo delle Abbadesse, cucinato dagli studenti dell’ENAIP. Alle 12.00 e alle 19.00 del 12 e 13 settembre si potrà degustare un buon bicchiere di prosecco e assaporare i risotti con ingredienti a km 0. Il ricavato andrà a sostegno della Fondazione Danieli Scuola Materna di Nove. Oltre a questo appuntamento enogastronomico, i ristoratori novesi proporranno gustosi menu a prezzi convenzionati durante tutta la festa.

Sabato 12 alle 11.00 si terrà l’annuale premio all’imprenditorialitàLa Cena dei Portoni alla XVIII Festa della Ceramica di Nove 2 novese, quest’anno curato dalle associazioni di categoria. Nel pomeriggio, ai giardini Barettoni, l’Associazione Bochaleri terrà una particolare dimostrazione di tecnica Raku, riproposta anche domenica e arricchita dall’animazione curata dal gruppo Sbittarte. La cerimonia del Thé organizzata dai ragazzi del Liceo De Fabris, le cotture sperimentali a legna nel Portone Latini e a seguire il concerto del GOB, Gruppo Ocarinistico di Budrio con strumenti in ceramica, animeranno la parte finale della giornata di sabato.

Domenica 13 si aprirà con la presenza a Nove di un numeroso gruppo di cicloturisti del percorso “Festival in Bici”, che partendo da Bassano del Grappa visiteranno la mostra su Federico Bonaldi “La Magia del Racconto” al Museo della Ceramica, aperto in occasione della Festa durante tutto il week end. Alle ore 11.30 sarà la volta della performance “Io Combatto” di Sarah Revoltella, inserita nel progetto sulla Grande Guerra di Operaestate con il sostegno della Regione del Veneto.

Nel pomeriggio il tradizionale concerto del corpo bandistico novese e la sfilata delle Majorettes.

No Replies to "La Cena dei Portoni alla XVIII Festa della Ceramica di Nove"

    Leave a reply

    Your email address will not be published.