I 10 migliori panini regionali dello street food italiano

Se amate i panini ed il cibo di strada, allora questa gallery fotografica de i 10 migliori panini regionali dello street food italiano fa decisamente per voi.

Dieci sublimi panini da assaggiare almeno una volta nella vita, prelibatezze che potete anche ricreare a casa ma che se gustate nelle città dove sono considerate quasi delle istituzioni, vi delizieranno oltre ogni immaginazione. Lo street food ha anche il vantaggio, solitamente, di essere molto poco costoso, per cui con una manciata di euro riuscirete a gustare dei panini spesso colossali per dimensioni e ricchissimi di ogni sorta di primizia. 
Nella nostra galleria di immagini passiamo dalla Sardegna, con il pecorino a fare da padrone, al Friuli, patria del San Daniele, senza dimenticare la Sicilia ed il suo “pani ca meusa”. E ancora il Veneto, l’Umbria, Roma ed il Lazio, la Campania e l’Emilia Romagna. Scoprite chi l’ha spuntata e si è classificato al primo posto. E voi chi votate, qual è il vostro panino di strada preferito?

10. Umbria: panino con la porchetta

VOTA LA RICETTA
[Voti totali: 54 Voto medio: 2.7]

6 Replies to "I 10 migliori panini regionali dello street food italiano"

  • comment-avatar
    Antonino 11 gennaio 2015 (09:29)

    Il più buon panino secondo me è la mafalda siciliana con le panelle e i cazzilli. E’ un panino poverissimo che ha sfamato generazioni di siciliani.

    • comment-avatar
      guido 11 gennaio 2015 (09:31)

      Mmmm grazie Antonino!
      Mi fa venire fame ed ammetto di non conoscerla, per cui ti ringrazio doppiamente e vado subito ad informarmi.

      Ti auguro una splendida domenica 🙂

    • comment-avatar
      Anonimo 11 gennaio 2015 (15:23)

      Concordo su tutta la linea

      • comment-avatar
        guido 11 gennaio 2015 (15:26)

        Troppo gentile 🙂

  • comment-avatar
    Peppe sannino 19 febbraio 2017 (10:15)

    Sfilatino prosciutto crudo , mozzarella di bufala ,pomodori di Sorrento
    Condito con olio extra è basilico
    Numero uno

    • comment-avatar
      guido 19 febbraio 2017 (11:11)

      Wow, grazie della dritta, Peppe!
      Sembra squisito e anzi appena lo proviamo scriviamo pure la ricetta. Grazie davvero, a presto! 🙂

Leave a reply

Your email address will not be published.