I 10 alimenti più cancerogeni da evitare

Mangiare bene e mangiare sano è una delle regole più importanti per mantenere in piena salute sia il proprio corpo che la mente, ed è per questo motivo che vi proponiamo qui sotto i 10 alimenti più cancerogeni da evitare o quanto meno da gustare con molta moderazione.

Un utilizzo smodato e continuo di conservanti e di sostanze coloranti, contenute in molti elementi che consumiamo quotidianamente, può causare problemi anche gravi al nostro stato di salute, specie se mangiate spesso fuori casa (il che vi rende impossibile sapere quali sono esattamente le sostanze contenute in ciò che ordinate). Ecco perché è piuttosto importante informarsi a dovere e conoscere non solo i 10 alimenti più cancerogeni ma anche le sostanze da evitare, quando possibile.
Si va dai derivati della carne che contengono nitrati di sodio, alle bibite gassate ricche di zuccheri, acidi e sostanze chimiche. Senza dimenticare gli alimenti contenenti aspartame, i prodotti a base di farina bianca raffinata (che si trova in moltissimi alimenti  prodotti industrialmente), gli alimenti ad alto carico glicemico ed i pesticidi presenti nella frutta con esso trattata. Ma vediamo assieme la lista completa.

10. Patatine fritte (contengono acrilamide, una sostanza altamente cancerogena).

10 Replies to "I 10 alimenti più cancerogeni da evitare"

  • comment-avatar
    Anonimo 26 maggio 2015 (22:04)

    Grazie mk

    • comment-avatar
      guido 26 maggio 2015 (22:16)

      E’ un piacere 🙂

  • comment-avatar
    Anonimo 27 maggio 2015 (18:07)

    X stare bene nn bisogna mangiar niente

  • comment-avatar
    asia 6 agosto 2015 (13:21)

    Il sale è discutibile, c’è sale e sale. Certo quello raffinato del discount o anche dei supermercati è assolumente sconsigliabile, ma il sale marino integrale, il sale rosa dell’himalaya, il sale grezzo dell’Atlantico, etc, sono ricchi di oligolementi e in piccole dosi sono anche salutari.

    • comment-avatar
      guido 6 agosto 2015 (13:24)

      Ciao Asia 🙂
      In effetti hai proprio ragione, mi dai lo spunto per specificare meglio nell’articolo… ovviamente ci si riferiva al sale quello da supermercato, quello più comune insomma, perchè gli altri non so quante famiglie, a livello percentuale, li utilizzino…. ma è meglio sempre specificare.

  • comment-avatar
    Nazim Mohammad 8 agosto 2015 (12:23)

    oh; 🙁
    però io non mangio alcool e molte di quelle cose

  • comment-avatar
    popi 24 settembre 2015 (17:53)

    il prosciutto crudo non credo sia un insaccato, magari sbaglio però. per tutto il resto, basta un consumo moderato, senza abusi, e poi regolarsi sui propri punti deboli

    • comment-avatar
      guido 24 settembre 2015 (17:59)

      Ciao!

      Hai proprio ragione, io credo che davvero quasi qualsiasi cibo, se assunto moderatamente, non faccia poi male. Pure la pasta allora, per fare un esempio stupido, farebbe male se la mangiassimo 3 volte al giorno. Il buon senso è alla base di tutto 🙂

  • comment-avatar
    Salt-eco 26 ottobre 2015 (14:52)

    Il problema non è tanto la vaschetta di patatine fritte o l’insaccato. Il problema è che ne mangiamo tutto in grosse quantità e soprattutto quegli alimenti sopra esposti. Ormai lo sappiamo che fritti, speziati e insaccati non sono un toccasana, così come il fumo però l’uso e l’abuso continua ad aumentare. Penso che bisognerebbe fare una reale educazione alimentare e di tutela del proprio corpo in generale

    http://www.salt-eco.com

    • comment-avatar
      guido 26 ottobre 2015 (14:53)

      Concordo in toto 🙂

Leave a reply

Your email address will not be published.