7 errori che rovinano il brodo di carne

Il brodo di carne è un vero toccasana, è risaputo da secoli. Che siate malati, che stiate cercando un piatto per un pranzo di un giorno festivo o che semplicemente abbiate in mente di preparare un gran bel risotto, il brodo di carne, soprattutto quello di pollo, risulta essere un ingrediente estremamente versatile, tra i più utilizzati nelle cucine italiane.

Del brodo conosciamo le proprietà antinfiammatorie ma oltre a fare bene è anche saporito e leggero, ragion per cui molti piatti della tradizione ne prevedono l’utilizzo. Preparare un buon brodo di carne può sembrare un’operazione banale e molto semplice, eppure non è così. Ecco perché abbiamo pensato di illustrarvi i 7 errori che rovinano il brodo di carne, quei passaggi o quelle scelte che, se sbagliati, rovinano irrimediabilmente il risultato finale.
E, fidatevi, se il brodo non è buono lo si sente subito, a partire dall’olezzo non proprio gradevole che emana. Ma prima di arrivare a questo punto occorre aver sbagliato i alcuni o tutti i passaggi che vi illustriamo di seguito.

7. Non filtrare, o non farlo bene.

No Replies to "7 errori che rovinano il brodo di carne"

    Lascia un commento

    Aggiorna le mie impostazioni privacy