4 errori da non fare in cucina con i funghi

Prataioli, porcini, finferli, spugnole, chiodini… molti sono i tipi di funghi commestibili da utilizzare in cucina per le nostre ricette.

L’autunno è il momento giusto per dedicarsi alla loro raccolta (se conosciuto) o al loro acquisto e molte sono le ricette che  possono essere preparate con questo ingrediente: dal risotto alla pasta, dai funghi ripieni alle zuppe, dai secondi ai contorni. Un’infinità di piatti da gustare secondo le proprie preferenze. A volte però scegliere tra le diverse varietà non è semplice e gli errori possono essere dietro l’angolo; per questo vi indichiamo 4 errori da non fare in cucina con i funghi: dalla raccolta all’acquisto, dalla pulizia dalla cottura. I funghi sono infatti ingredienti che arricchiscono i piatti invernali ma è importante non improvvisarsi nella raccolta e nella loro cottura, per non rischiare di avere conseguenze sulla propria salute.

4. Usare la stessa cottura per tutte le tipologie di funghi: i diversi tipi di funghi necessitano di tempi di cottura diversi, i porcini devo stare in padella per pochi minuti mentre i finferli e i chiodini possono avere una cottura più lenta e dolce.

No Replies to "4 errori da non fare in cucina con i funghi"

    Lascia un commento

    Aggiorna le mie impostazioni privacy