4 errori da evitare quando si prepara il vitello tonnato

Tipico del Piemonte, il vitello tonnato è un piatto tutto italiano che nasce nel ‘700 ma vede decretato il vero successo negli anni ’80 come antipasto (molto spesso viene servito anche come secondo piatto), diventando degli anni uno dei piatti sempre più amati sulle tavole italiane.

La ricetta del vitello tonnato è semplice e veloce e non richiede grandi abilità nella preparazione, ma come spesso accade anche le ricette più semplici possono nascondere qualche insidia. Per questo vi indichiamo 4 errori da evitare quando si prepara il vitello tonnato. Del vitello tonnato esistono due varianti, una calda e una fredda. Quest’ultima in particolare, quella più conosciuta, veniva mangiato nella tradizione lombarda per Ferragosto. Oggi questo piatto viene servito prevalentemente freddo, tagliando delle fettine sottili di carne ricoperte con una salsa a base di tonno e per un risultato perfetto ecco quindi quattro piccoli errori da evitare per fare la differenza perché, nonostante sia un piatto facile, ci vuole comunque il giusto equilibrio tra gli ingredienti, il corretto taglio di carne e la giusta cottura

4. Non cuocere la carne nel brodo con gli odori: la carne va prima marinata con del vino bianco secco e aromi (carota, sedano, cipolla, alloro), poi bollito in acqua con tutta la marinata.

No Replies to "4 errori da evitare quando si prepara il vitello tonnato"

    Lascia un commento

    Aggiorna le mie impostazioni privacy