Tahin

Il tahin è un condimento a base di semi di sesamo, una crema popolarissima in tutto il Medioriente dove viene usata per insaporire piatti unici e contorni di ogni genere. Il tahin è una crema che si ottiene dalla tostatura di semi di sesamo bianco che vengono successivamente pestati e ridotti in farina; il termine stesso “tahin” deriva da una parola araba che significa appunto “macinare”. La farina viene poi diluita con olio fino a formare un patè che assomiglia in un certo senso al burro di arachidi. Tutte le ottime proprietà dei semi di sesamo sono racchiuse nel tahin: nutriente ed energetico, molto ricco di calcio e di altri sali minerali ma anche di omega-3. In altre parole un toccasana per il sistema nervoso e per il cuore dato che gli antiossidanti abbassano il livello di colesterolo. Nel nostro Paese il tahin viene utilizzato principalmente per condire insalate o per accompagnare piatti a base di carne.

INGREDIENTItahin (Copia)
Semi di sesamo: 400 gr.
6 cucchiaini di olio extravergine di oliva

PREPARAZIONE
Il tahin è semplice da preparare anche in casa; non richiede molto tempo e può essere conservato in dispensa. Per prima cosa tostate i semi di sesamo in una padella a fuoco medio per 2-3 minuti fino a che iniziano a rosolare, stando attenti a non abbrustolirli, circostanza nella quale rilasciano sostanze nocive.

Fateli quindi raffreddare e pestateli utilizzando un mortaio, avendo cura di aggiungere di quando in quando dell’olio extravergine di oliva. In pochi minuti avrete così ottenuto la vostra crema tahin, che potrete conservare facilmente all’interno di un barattolino di vetro.

VOTA LA RICETTA
[Voti totali: 0 Voto medio: 0]

2 Replies to "Tahin"

  • comment-avatar
    Valentina 8 marzo 2014 (01:11)

    Ciao!
    Il tahin è largamente utilizzato dai vegetariani-vegani (quale sono io, con tutta la mia famiglia) in tante preparazioni, poiché naturalmente ricco di calcio. Io lo uso per mantecare i risotti, per arricchire salse e condimenti per la pasta e anche spalmato nei panini e nelle piadine. Adoro quello ricavato dal sesamo nero…una delizia! 🙂

    • comment-avatar
      kung-food 8 marzo 2014 (13:03)

      Ciao Valentina!
      Innanzitutto grazie, c’è sempre così tanto da imparare e…non sapevo si potesse utilizzare in così tanti modi. Voglio assolutamente provare quello di sesamo nero…grazie della dritta! 🙂
      Guido

Leave a reply

Your email address will not be published.