Sashimi

E’ risaputo come la cucina giapponese si basi in prevalenza sul pesce crudo e sul riso, ingredienti fondamentali nella preparazione del sushi. Parlando di pesce crudo però non possiamo non citare il sashimi, ovvero sottili fettine di pesce fresco da accompagnare con le tradizionali salsa di soia e salsa wasabi, oltre che da verdure crude come la carota e la lattuga.

Il sashimi potrebbe dunque sembrare un piatto molto semplice e veloce da preparare, ma bisogna aver cura sia nella scelta del pesce, che deve essere di ottima qualità, sia nella sua sfilettatura. Per ottenere un buon risultato è necessario l’utilizzo di un coltello affilatissimo ed adatto a sfilettare il pesce. Nella scelta del pesce vi consigliamo salmone, calamaro, gamberi, tonno, sgombro, polpo, sarde, storione, pesce spada e spigola.

INGREDIENTI
Pesce fresco misto (salmone, tonno): 500 g.
1 daikon
1 carota
Foglie di lattuga: q.b.
1 limone
Salsa di soia: q.b.
Wasabi: q.b.

PREPARAZIONE SASHIMI

Iniziate la preparazione del sashimi dalla pulizia del pesce: eliminate la testa, la pelle ed ovviamente le lische, quindi mettetelo in frigorifero e lasciatelo lì fino a quando non si sashimisarà rassodato e sarà freddo, così che vi sia più agevole tagliarlo. Utilizzando un coltello molto affilato, tagliate il pesce a fettine in senso perpendicolare alle fibre. Badate che ogni fetta abbia lo stesso spessore, che non deve comunque mai superare i tre millimetri.

Servite il pesce fresco crudo su di un piatto da portata, andando a decorare con 2-3 foglie di lattuga, dei bastoncini di carota e di daikon (un ravanello di colore bianco molto comune nella cucina giapponese) ed il limone a spicchi. Accompagnate infine il sashimi con due ciotoline, una contenente la salsa di soia ed una con il wasabi.

No Replies to "Sashimi"

    Leave a reply

    Your email address will not be published.