Ravioli al vapore

I ravioli al vapore sono un antipasto tipico della cucina cinese, molto popolari però anche in Giappone ed in Corea; questi involucri di pasta ripieni di carne (manzo o maiale) e di verdure sono perfetti all’inizio del pasto o come spuntino di metà mattina. A seconda della regione e della zona della Cina in cui vi trovate, i ravioli al vapore sono di forme diverse, ma anche il ripieno può variare parecchio.
Di solito questi ravioli vengono farciti sia con carne di maiale ma anche con pesce, zenzero, scalogno ed aromi vari, quindi vengono cotti al vapore in cestelli di bambù appoggiati su larghe foglie di cavolo cinese. Cotti in questa maniera, gli alimenti non perdono i loro valori nutritivi ed il loro sapore, risultando più gustosi; i ravioli al vapore sono perfetti se accompagnati da abbondante salsa di soia, altro elemento tipico della cucina orientale.

INGREDIENTIravioli al vapore
Farina: 250 g.
Acqua: 150 ml.
Sale: q.b.
Carne di suino macinata: 150 g.
Gamberi sgusciati: 50 g.
1 carote
Cavolo cinese: 100 g.
1 scalogno
Zenzero fresco: 2 g.
Erba cipollina: q.b.
2 cucchiai di salsa di soia

PREPARAZIONE RAVIOLI AL VAPORE

Ravioli al vapore ricetta

Per realizzare i vostri ravioli al vapore iniziate preparando la pasta per i ravioli; disponete la farina a fontana ed unite un pizzico di sale, quindi incorporate l’acqua un po’ alla volta. L’impasto va messo su di una spianatoia infarinata e successivamente lavorato con le mani fino a farlo diventare sodo e compatto. Dopo averlo avvolto con della pellicola trasparente fatelo riposare per circa 60 minuti in un luogo fresco ed asciutto, ma intanto preparate il ripieno. Tritate finemente il cavolo cinese, dopo averlo ben lavato, e fate lo stesso con carota e scalogno (potete anche metterli nel mixer); sminuzzate anche i gamberetti ed uniteli in una ciotola assieme al macinato di maiale, incorporando il cavolo, lo scalogno e la carota.

Grattugiatevi sopra lo zenzero fresco e condite con un paio di cucchiai di salsa di soia e dell’erba cipollina tritata; amalgamate per bene e fare riposare il ripieno per circa 30 minuti in frigorifero, così che il tutto prenda maggior sapore. Riprendete la pasta e stendetela su di una spianatoia infarinata, andando poi a ricavare dei dischi di circa 7 centimetri di diametro con l’aiuto di un tagliapasta. Spianate ulteriormente questi dischi e posizionate al centro di ognuno un cucchiaio di ripieno, per poi inumidire il bordo dei ravioli che vanno chiusi formando una mezzaluna.

Ora effettuate delle piccole pieghe sui bordi dei ravioli, quindi riponeteli in un cestino (meglio se di bambù) per la cottura a vapore nel wok, riempito con circa un paio di centimetri di acqua in ebollizione. Foderate il fondo con delle foglie di cavolo cinese o cavolo verza e ponetevi sopra i ravioli, badando che non si tocchino tra loro. Chiudete il cestello con il suo coperchio e fate cuocere per un quarto d’ora, fino a che la pasta dei ravioli diviene leggermente trasparente; irrorate con salsa di soia e servite i ravioli al vapore molto caldi.

Ravioli al vapore

VOTA LA RICETTA
[Voti totali: 2 Voto medio: 5]

No Replies to "Ravioli al vapore"

    Leave a reply

    Your email address will not be published.