Onigiri

Chi di voi, guardando i cartoni animati giapponesi, non ha notato almeno una volta quelle buffe polpettine di riso di forma vagamente triangolare che i personaggi degli anime divorano così voracemente? Stiamo parlando degli onigiri, della cui ricetta esistono moltissime varianti; si parte dalla classica polpetta di riso bianco guarnita con alga nori, ma si possono avere anche onigiri ripieni di verdure, di prugne salate, di tonno o di salmone. L’onigiri è nato come una sorta di pasto di fortuna inventato per riutilizzare il riso avanzato, un pasto perfetto per i viandanti di una volta; al giorno d’oggi è invece utilizzato come piatto completo o come semplice snack da portare con sè in occasione di una gita fuori porta o di un pic-nic.

INGREDIENTIonigiri
Riso giapponese a chicco corto: 400 gr.
Salmone o tonno: 150 gr.
Acqua: 500 ml.
3 cucchiai di semi di sesamo
1 cucchiaio di maionese
Salsa di soia: q.b.
Sale: q.b.

PREPARAZIONE
Per preparare gli onigiri dovete iniziare dal riso: fatelo bollire in una casseruola dai bordi alti con abbondante acqua salata, lasciandolo cuocere per 12 minuti circa. Passato questo tempo toglietelo dal fuoco e fatelo riposare nella pentola, a coperchio chiuso, per circa 15 minuti, quindi mescolatelo per bene con un mestolo di legno così da asciugarlo al meglio. Prendete una ciotola e mettetevi il salmone (o tonno, se preferite) e pochissima maionese, andando a mescolare bene fino a formare un composto umido ma piuttosto solido.

Condite questo composto con salsa di soia e andate a formare delle palline. Fatto ciò, prendete i semi di sesamo e fateli tostare su di una piastra in ghisa (o una semplice padella antiaderente) per alcuni minuti; quando i semi iniziano ad assumere un colore ambrato aggiungeteli al riso che nel frattempo si sarà asciugato. Con il riso avvolgete le palline formate in precedenza, fino a formare delle polpette che potranno avere la forma che più vi aggrada: rotonde, triangolari o quadrate, a voi la scelta! Aggiustate di sale ed avvolgete infine con un’alga nori: gli onigiri sono pronti da gustare!

No Replies to "Onigiri"

    Leave a reply

    Your email address will not be published.