Nacatamal

Una ricetta che in Italia non capita spesso di vedere e di gustare, a meno che non si abbia la fortuna di conoscere qualche persona originaria del Centro-Sud America, è il nacatamal, un piatto che ha origini maya ed azteche e di cui gli abitanti del Nicaragua vanno particolarmente fieri. Il nome nacatamal è un nome nahuatl: “tamalli” significa “involto” ed allude al fatto che la massa del tamal viene posta in foglie di banano. Il nacatamal è una sorta di “mattone” di mais ripieno di riso, carne e verdure; tutto questo impasto viene poi avvolto in foglie di banano e successivamente cotto al vapore o bollito. Gli indigeni dei secoli passati utilizzavano per questo piatto carni selvatiche come quella di cervo o di iguana, avvolte in foglie di mais; con il passare del tempo questa ricetta ha però subito variazioni ed ora viene utilizzata carne di maiale o di pollo e foglie di platano. Questo piatto è solitamente preparato dalle donne anziane, con gli uomini che invece macellano gli animali ed i bimbi che aiutano raccogliendo le foglie di platano.

INGREDIENTInacatamal 2
Farina di mais: 500 gr.
Carne di maiale: 500 gr.
Riso: 150 gr.
Burro: 125 gr.
2 cipolle grandi
2 spicchi d’aglio
2 pomodori
2 patate
2 chiltomas (peperoncini dolci)
Succo di 3 arance
1 rametto di menta
Peperoncini: q.b.
6 foglie di banano
Sale: q.b.

PREPARAZIONE
Iniziate preparando la massa di mais con la farina, il succo di 2 arance, un po’ d’acqua, il burro ed un pizzico di sale, mescolando il tutto fino ad ottenere un composto denso ma non eccessivamente duro; se necessario aggiungete di volta in volta un po’ d’acqua. Fate cuocere per circa 30 minuti la carne di maiale con il resto del succo d’arancia, i peperoncini, una cipolla tagliata a listarelle, 2 spicchi d’aglio schiacciati ed un pizzico di sale. Ora dedicatevi alla parte più complessa: riempire e chiudere i nacatamales, avvolgendo mais e carne nelle foglie di banano.

Per riuscire nell’operazione stendete le foglie e ponetevi al centro, nel seguente ordine: la massa di mais, carne, riso, chiltoma a fette, cipolla tagliata a listarelle, una fetta di patata, aglio, sale e peperoncino. Chiudete con cura e con uno spago da cucina legate il tutto, facendo attenzione che il contenuto all’interno del fagotto sia completamente coperto dalla foglia. Fate infine bollire questi fagottini in pentola per 2-3 ore ed una volta pronti serviteli ben caldi accompagnati da pane e caffè nero.

VOTA LA RICETTA
[Voti totali: 0 Voto medio: 0]

No Replies to "Nacatamal"

    Leave a reply

    Your email address will not be published.