Matoke

Ricetta africana, precisamente dell’Uganda ma molto diffusa e consumata anche in Kenya, il matoke è un piatto semplice e piuttosto insolito almeno in Occidente, che tuttavia vi consigliamo di provare magari in occasione di una cena a tema.

Il matoke è composto da matokeun ingrediente principale, il frutto del platano, simile ad una grande banana di colore verde che costituisce la base dell’alimentazione del Paese africano. La preparazione tradizionale del matoke prevede che i frutti vengano dapprima sbucciati, quindi avvolti nelle foglie dell’albero stesso e successivamente messi a bollire all’interno di una pentola chiamata “sufuria”, per almeno 2 ore.
Bollendo, la polpa di questo frutto cambia non solo consistenza ma anche colore, passando da dura e bianca a morbida e giallastra. Il frutto viene in seguito schiacciato e ridotto in purea, la quale viene poi servita solitamente su di una foglia di platano. Il matoke viene poi servito con una salsa realizzata con carne (capra o manzo), verdure ed arachidi.

INGREDIENTI
8 banane di platani
1 noce di burro
Succo di limone: q.b.
2 cipolle
Foglie di coriandolo: q.b.
1 peperoncino
2 tazze di brodo di manzo

PREPARAZIONE MATOKE

Come prima cosa, sbucciate le banane ed immergetele in una terrina con acqua tiepida e succo di  mezzo limone per un paio di minuti abbondanti. Fate quindi fondere la noce di burro in una grossa casseruola, dopo di che aggiungete le cipolle tagliate a fettine sottili, il peperoncino ed il coriandolo e fate dorare per 3-4 minuti.

Fatto questo aggiungete le banane e coprite il tutto con due tazze di brodo di manzo, facendo sobbollire per almeno 30-35 minuti. Il matoke è pronto, ma se volete lo potete accompagnare con verdurine miste, come carote e piselli, e con carne di manzo o, per essere ancor più fedeli alla tradizione, carne di capra.

No Replies to "Matoke"

    Leave a reply

    Your email address will not be published.