Bloody Mary

Forse non tutti sanno che il Bloody Mary non è solo un cocktail ed il suo nome, avvolto dal mistero, fa riferimento a “Maria la sanguinaria” ovvero Maria I Tudor che in Scozia fece uccidere più di trecento dissidenti religiosi.

Ormai divenuta una vera e proprio leggenda, sta affollando numerose serie Tv e film quali: Paranormal Activity 3, Urban Legend 3 e compare addirittura nel videogioco Devil May Cry. Si dice che oggi riappaia in uno specchio se la si nomina più di tre volte. Nel 1934 il barman Fernand Petiot del King Cole Bar del St. Regis elaborò la ricetta di un cocktail a base di vodka e succo di pomodoro, che chiamò Bloody Mary. Originariamente il nome era Red Snapper, sucessivamente modificato in Bloody Mary. La “sanguinaria” è un cocktail classico, gustoso e nutriente dal colore rosso, piccante e leggermente alcolico. Ideale per un post sbornia.

INGREDIENTI bloody mary
Vodka (gray goose): 4,5 cl.
Succo di pomodoro: 9 cl.
Succo di limone: 1,5 cl.
2/3 gocce di salsa Worcester
1 pizzico di sale e di pepe nero
Tabasco: q.b.

PREPARAZIONE BLOODY MARY

Prendete un tumbler alto, riempitelo di ghiaccio e versateci la dose esatta di vodka. Colmate con il succo di pomodoro ed aggiungete mezzo limone spremuto direttamente nel bicchiere. Due gocce di salsa Worcester e secondo il grado di piccantezza voluto versateci del tabasco, quindi sale e pepe. Guarnite con un gambo di sedano.

E… attenti agli specchi!!!

Bloody Mary

No Replies to "Bloody Mary"

    Leave a reply

    Your email address will not be published.